11 Mar 2020

Il Virus colpisce chi è fragile.

Veyal_blog_MARZO-2020.jpg
Non siamo preparati.
Perché non siamo preparati?
Perché esiste, mediamente, una fragilità nei modelli organizzativi aziendali le cui cause risiedono in alcuni comportamenti quotidiani che possiamo facilmente riscontrare:
• Pretesa di risposte immediate
• Pretesa di risultati immediati
• Innovazione e digitalizzazione finalizzate al risparmio fiscale

Queste abitudini hanno delle conseguenze evidenti sui sistemi di gestione, per esempio:
• Impieghiamo più personale di quanto necessario per rispondere a false emergenze
• Violentiamo la pianificazione per soddisfare l’ego di chi vuole tutto e subito
• Siamo orientati verso soluzioni di corto respiro che nel lungo periodo si rivelano anti economiche
• Digitalizziamo a spot, soddisfatti per aver ridotto il costo di un acquisto una tantum, quando in realtà i valori dell’innovazione sono l’interconnessione completa dell’impresa e l’output automatico di KPI strategici per la sua crescita

In molti oggi vedono nello smart working una scialuppa di salvataggio e hanno ragione.
Il problema è confondere lo smart working con il telelavoro.
Smart working vuol dire:
• Impiegare il personale necessario nella misura prevista dal proprio modello organizzativo
• Credere nella pianificazione a discapito di clienti convinti di avere l’esclusiva
• Quantificare le conseguenze di ogni azione ponderando l’attesa di risultati a breve termine, a medio termine e a lungo termine
• Attivare strumenti digitali che consentono di ridurre al minimo il volume di azioni esogene al core business aziendale
• Investire nell’innovazione al fine di prevedere il cambiamento e rispondervi agilmente

Il telelavoro generalmente presenta alcune criticità che lo rendono poco efficace:
• Si presta ad una porzione molto ridotta di attività
• Si presta ad interventi spot e non continuativi
• Viene attivato in contesti che limitano la performance individuale (presenza di familiari o indisposizione del soggetto)
Il telelavoro può essere considerato uno degli strumenti smart a disposizione di una smart azienda per gestire efficacemente brevissime emergenze, non la soluzione improvvisata ai problemi organizzativi che stiamo vivendo.

Il nostro Gruppo da alcuni anni è totalmente orientato a soluzioni smart.
Abbiamo intrapreso strade apparentemente complesse, digitalizzando completamente la documentazione relativa ai nostri servizi, proponendo prodotti innovativi che apportano un valore aggiunto enorme nel medio e lungo termine, selezionando i clienti in base al rispetto che hanno per il nostro lavoro.

Siamo convinti che il futuro è l’equilibrio tra le Persone, il Pianeta ed il Profitto, ed in questo momento in cui ciascuno di noi è chiamato a fare la sua parte per il bene comune, nel pieno rispetto dell’ultimo DPCM e pronti ad adeguarci ad eventuali prossime disposizioni, abbiamo deciso di ridurre al minimo la presenza del nostro personale, garantendo comunque ai clienti la consueta efficacia del servizio assistenza per tutte le situazioni di emergenza.

Abbiamo altresì deciso, al netto di questo articolo, di non variare il nostro piano editoriale, pertanto nei prossimi giorni vedrete sui social network la promozione dei beni e servizi in cui crediamo perché sono il nostro futuro.
Verranno proposti contenuti e referenze recenti per darvi modo, proprio ora, nel momento più difficile, di valutare quanto i benefici di soluzioni innovative ad alto valore aggiunto possono incidere sulla capacità di reazione di ogni azienda.

Il momento di pensare a cosa fare domani è oggi.

Andrea De Antoni
commenta

Commenti

Non ci sono commenti

Questo sito utilizza cookie, continuando a navigare acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni sono disponibili al link Privacy.
Accetto