24 Apr 2019

FORKLIFT FOR DUMMIES: SCEGLIERE SEMPLICE.

Schermata 2019-04-24 alle 17.13.48.png
Oggi il mercato dei carrelli elevatori propone diverse alternative tra le quali non è sempre facile orientarsi, tra queste alternative i “conflitti” più comuni sono:
• Motore Endotermico vs Elettrico
• Batteria a Pb/Acid vs Batteria al Litio
• Nuovo vs Usato da prezzo
• Nuovo vs Ricondizionato
• Ricondizionato vs Usato usato da prezzo
• Acquisto vs Noleggio full service
• Acquisto vs Lease back

Spesso poi si sente parlare del Total Cost of Ownership (costo totale di proprietà), una formula che è possibile rappresentare in questo modo:

TCO = SPESA SOSTENUTA PER L’ACQUISTO + TOTALE DEI COSTI OPERATIVI DIRETTI* + TOTALE DEI COSTI OPERATIVI INDIRETTI** – RICAVO DA VENDITA DEL BENE AL VALORE COMMERCIALE STIMATO DOPO 8*** ANNI UTILIZZO

*Costi relativi al carburante, all’energia elettrica, al rabbocco dell’acqua nella batteria, alla manutenzione ordinaria e straordinaria del mezzo, all’eventuale cambio batteria per svolgere più turni di lavoro
**Stima dei costi relativi ad esempio alla destinazione d’uso di un reparto coperto, adibito a postazione di carica dei carrelli elevatori
***Vita media di un carrello elevatore frontale

Alcuni di questi dati però non sono facili da stimare, soprattutto per chi non ha esperienza nel settore, talvolta in flotte di una certa importanza la sovrastima o la sottostima dei costi operativi diretti può causare perdite significative.

Per consigliare al cliente la migliore scelta possibile, il nostro reparto commerciale applica alcune linee guida di buon senso, ovvero:
1. Il carrello elevatore soddisfa un bisogno primario dell’attività produttiva pertanto quando serve deve funzionare, acquistare un mezzo usato a poco prezzo spesso si rileva un boomerang
2. L’ambiente operativo è l’unico parametro che determina la scelta tra un carrello elevatore endotermico ed un carrello elevatore elettrico, se l’ambiente lo consente è sempre meglio optare per un carrello elettrico
3. Le ore di impiego giornaliero danno un indicazione chiara sul tipo di batteria verso cui orientarsi, laddove è necessario superare le 8 ore di lavoro continuativo la batteria a Litio Ferro Fosfato offre migliori performance e garanzie
4. La dinamica produttiva del cliente, in grado o meno di sopportare fermi macchina più o meno lunghi, può rendere ineludibile la scelta di un noleggio a lungo termine
5. La disponibilità del cliente a sostenere una spesa nel breve termine o il vantaggio di poter spalmare l’acquisto in comode rate mensili indica la formula di pagamento più appropriata

Il nostro Gruppo da alcuni anni persegue la semplificazione. A monte c’è la ricerca di prodotti innovativi e lavorazioni di qualità certificata. Alcuni esempi:
-Per il cliente che ha la necessità di inserire nel proprio parco macchine, da 1 a 3 carrelli elevatori (endotermici o elettrici) adibiti ad un turno di lavoro al dì > proponiamo l’acquisto (diretto o in   lease back) dei nostri modelli RICONDIZIONATI, con eventuale batteria nuova e garanzia 12 mesi. In questo modo dimezziamo l’unico dato certo del TCO: il costo di acquisto
-Per il cliente che richiede un numero superiore di carrelli e pertanto si presume abbia necessità inderogabile di una continuità operativa nelle 8 ore di lavoro, proponiamo i carrelli elevatori YALE  a noleggio per almeno 60 mesi. In questo modo forniamo un servizio sicuro ad un TCO certo e costante
-Per il cliente che opera su più turni di lavoro giornalieri proponiamo i carrelli BYD alimentati con batterie a Litio Ferro Fosfato a noleggio per 96 mesi > In questo modo garantiamo il TCO più   basso del mercato.
 
 
Andrea De Antoni

General Manager

GRUPPO VECCHIATO ROBIS
commenta

Commenti

Non ci sono commenti

Questo sito utilizza cookie, continuando a navigare acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni sono disponibili al link Privacy.
Accetto